Pubblicazioni

Opere

Arthur Rimbaud, edizione a cura di Olivier Bivort

Venezia, Marsilio, 2019

Presentato in una nuova traduzione con testo francese a fronte, esito di un lavoro filologico sui manoscritti, il volume contiene le opere poetiche complete di Rimbaud, versi e prose, nonché una selezione di lettere relative alla sua attività letteraria (1870-1875). Sono inoltre editi i testi recentemente rinvenuti in Francia, per la prima volta in edizione italiana.

Punto di riferimento della poesia moderna, Rimbaud ha percorso in soli cinque anni tutte le tappe della sua attività poetica, dai primi versi scritti all’età di quindici anni fino alle ultime prose, terminate quando non aveva ancora raggiunto i vent’anni. Le sue intuizioni e la sua strabiliante tecnica hanno aperto alla letteratura nuovi mondi e prospettive inaudite, dando un impulso e una potenza senza pari alla parola poetica. Discostandosi dai modelli del suo tempo, ha espresso desideri e disgusti, speranze e illusioni propri dell’adolescenza; ebbro di libertà, si è immerso in un mare di immagini facendo di sé un «veggente» intento a carpire l’ignoto per «cambiare la vita». La sua relazione con Verlaine, finita tragicamente con due colpi di rivoltella, lo portò a scrivere un unico libro, Una stagione all’inferno, testimonianza chiave della crisi dell’Occidente, nonché lucidissima autocritica; oltre ai versi, si dedicò anche alla poesia in prosa, creando con Illuminazioni un universo in movimento, istantaneo, vero caleidoscopio di immagini e di lampi della memoria. Per la sua forza espressiva e il fascino della sua autonomia, l’opera di Rimbaud ha suscitato scompiglio e ammirazione; per le sue straordinarie qualità visionarie, è diventata uno dei modelli fondanti della nostra modernità.